PANNELLI SOLARI

Pannelli solari: cosa sono e come funzionano

Un pannello fotovoltaico funziona grazie all'attività di più celle fotovoltaiche di silicio puro, un materiale presente in natura. Sono proprio le celle fotovoltaiche gli elementi primari che innescano la reazione fisica in grado di creare un campo elettrico in corrente continua. Più precisamente, nel momento in cui viene colpito dalla luce solare, il pannello genera -partendo dai differenziali di carica tra due strati di silicio- corrente elettrica continua. Quest'ultima, per essere utilizzata dalle comuni utenze, deve essere convertita in corrente alternata attraverso l'inverter.

Alla scoperta delle diverse tipologie di impianti fotovoltaici

Esistono diverse tipologie di impianti fotovoltaici: monocristallini, policristallini e amorfi. Il pannello monocristallino si distingue per la sua colorazione, tra il blu scuro e il nero. Le celle hanno i bordi smussati e sono formate da cristalli di silicio orientati nella stessa direzione per fare sì che la produzione di energia fotovoltaica sia maggiore in presenza di luce perpendicolare. Il pannello policristallino è di colore blu cangiante. Le celle sono costituite da cristalli di silicio orientati in modo casuale: questi moduli riescono a sfruttare meglio la luce del sole durante l'arco della giornata, ma presentano un'efficienza inferiore se colpiti perpendicolarmente dai raggi. I pannelli fotovoltaici amorfi si riconoscono per la colorazione scura omogenea e sono apprezzati per le loro doti di flessibilità e leggerezza. Caratterizzati da rendimenti elettrici inferiori rispetto a quelli dei pannelli cristallini, i moduli in silicio amorfo vengono deposti su superfici plastiche o vetrate, formando un film sottile dello spessore di qualche millesimo di millimetro.

I vantaggi che fanno da cornice all'installazione di un impianto fotovoltaico

L'installazione di pannelli solari riduce le emissioni di anidride carbonica, consente di risparmiare sulle bollette e dà accesso a contributi pubblici, ad agevolazioni fiscali e agli incentivi promossi dal Ministero dell'Ambiente, dalle Regioni e dalle Province. I moduli sono resistenti alle intemperie, ad alti gradi di umidità e alle escursioni termiche e il montaggio dei pannelli solari non presenta particolari difficoltà. Non certo trascurabile è, poi, il rendimento dei pannelli fotovoltaici tant'è vero che i pannelli fotovoltaici di ultima generazione assicurano un mantenimento della produzione e un rendimento per una durata minima da 20 a 25 anni, con almeno l'80% della potenza nominale. Da non sottovalutare, inoltre, la possibilità di installare dei sistemi di accumulo (batterie) per stoccare durante il giorno l'energia prodotta dal pannello e utilizzarla poi nelle ore serali. Lo spazio d'ingombro è ridotto: basti pensare che su un classico tetto a falde sono sufficienti 20 o 25 metri quadrati per un sistema fotovoltaico 3 kw. E, aspetto non certo ultimo per importanza, i sistemi fotovoltaici, specie se presenti nell'ambito di modelli abitativi sostenibili come una casa passiva, incrementano il valore dell'immobile ed aumentano la classe di efficienza energetica dell'abitazione.

Quello che c'è da sapere sullo smaltimento dei pannelli solari

Una volta giunto alla fine del ciclo di vita, il pannello solare è considerato un rifiuto di apparecchiature elettriche o elettroniche (RAEE), il cui smaltimento è disciplinato dal Decreto Legge numero 49 del 2014. Gli impianti fotovoltaici con una potenza inferiore a 10 kWp rientrano tra i RAEE domestici: lo smaltimento spetta ai produttori, senza costi a carico dei proprietari dell'impianto. I pannelli possono essere conferiti nei centri di raccolta comunali autorizzati, tenuti a ritirarli gratuitamente. Gli impianti con potenza uguale o superiore a 10 kWp rientrano tra i RAEE professionali: ad occuparsi dello smaltimento sarà la ditta che ha installato l'impianto o, in alternativa, occorre rivolgersi ad un consorzio qualificato.

L'offerta sostenibile di VIVI energia

La sostenibilità dell'ecosistema terrestre non può prescindere da un consumo energetico consapevole che rispetti la natura. Con oltre 300.000 clienti e con 24 punti vendita presenti sul territorio nazionale, VIVI energia risponde efficacemente a qualsiasi esigenza di consumo di energia elettrica e gas metano. Pensata su misura per chi vuole fare una scelta sostenibile, l'offerta VIVIweb LuceGas utilizza solo energia proveniente da fonti rinnovabili: il prezzo della materia prima energia elettrica e della materia prima gas è fisso e bloccato per 12 mesi e, grazie alla fatturazione intelligente, ricevi un'unica bolletta gas e luce.

Il contenuto è a scopo informativo per cui Vivigas S.p.A. non si assume la responsabilità in caso di errori/omissioni e invita sempre il cliente a visitare il sito di Arera per qualsiasi verifica o approfondimento.