EMERGENZA TERREMOTO CENTRO ITALIA (SISMA 2016)

A seguito degli eventi sismici verificatisi nelle date 24 agosto 2016, 26–30 Ottobre 2016 e 18 Gennaio 2017, VIVI energia ha recepito i vari provvedimenti adottati da parte dell’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA) nel corso dei mesi (ex multis Delibera 810/16, 252/17, 429/20 e 111/21).

ARERA, in linea con la normativa nazionale di volta in volta approvata, aveva infatti deliberato una temporanea sospensione dei pagamenti e l’introduzione di agevolazioni di tipo tariffario a favore dei clienti interessati dal sisma, provvedimenti che sono stati modificati e/o prorogati nel corso del tempo.

Ad oggi, a seguito della Delibera ARERA 111/21 del 19.03.21 e fatti salvi eventuali e nuovi interventi normativi:

  • relativamente alle utenze già attive alla data del sisma nei Comuni sotto riportati, per quanto riguarda la sospensione dei termini di pagamento delle fatture emesse prima della data del sisma (qualora i termini di pagamento fossero ancora in corso alle rispettive date dei sisma) e successivamente alla data del sisma, compresa la fattura di conguaglio contenente le agevolazioni tariffarie eventualmente già emessa – fatti salvi in ogni caso eventuali pagamenti già effettuati in autonomia da parte dei clienti interessati o rinunce al diritto di sospensione dei pagamenti da parte degli stessi – tale sospensione scadrà di fatto il 31 dicembre 2021.

Le fatture oggetto di sospensione dei termini di pagamento saranno automaticamente rateizzate, salvo diverso accordo con il cliente, in rate non cumulabili e di importo costante:

  • con una periodicità pari alla periodicità di fatturazione ordinariamente applicata al cliente finale;
  • in base a rate non inferiori a euro 20 (venti);
  • per un periodo pari a 120 (centoventi) mesi, decorrenti dalla data di emissione dell’eventuale nuova fattura di conguaglio contenente le agevolazioni tariffarie (verosimilmente entro la prima bolletta utile successiva al 31.12.21), fatto salvo quanto sotto indicato.

Qualora l’importo delle rate, calcolato secondo quanto sopra indicato, risulti inferiore a euro 20 (venti), il periodo di rateizzazione di cui punto c), potrà essere ridotto, nel rispetto della periodicità di fatturazione, non oltre il tempo minimo necessario per soddisfare la condizione di cui al punto b). In tal caso, pertanto, il piano di rateizzazione avrà durata inferiore a 120 (centoventi) mesi.

  • dei soggetti titolari di utenze e forniture site nelle SAE, ovvero nei MAPRE – ivi incluse le utenze e le forniture relative ai servizi generali delle suddette strutture e quelle site nelle aree di accoglienza temporanea alle popolazioni colpite allestite dai Comuni e negli immobili ad uso abitativo per assistenza alla popolazione;
  • dei soggetti titolari di utenze e forniture site in una zona rossa individuata mediante apposita ordinanza sindacale, emessa nel periodo compreso tra il 24 agosto 2016 e il 25 luglio 2018.
  • dei soggetti titolari delle utenze e forniture site nei Comuni di Casamicciola Terme, Lacco, Ameno e Forio che dichiarino, entro il 30 aprile 2021, con trasmissione agli uffici dell’Agenzia delle entrate e dell’Istituto nazionale della previdenza sociale territorialmente competenti, l’inagibilità del fabbricato, della casa di abitazione, dello studio professionale o dell’azienda o la permanenza dello stato di inagibilità già dichiarato.

I clienti beneficiari delle agevolazioni tariffarie sopra indicate, ai fini del loro riconoscimento, devono presentare a VIVI energia entro il 30 giugno 2021 apposita istanza per usufruire delle stesse, fornendo i seguenti documenti:

  • dichiarazione sostitutiva di atto notorio, resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del d.P.R. 445/00, dell’avvenuta trasmissione entro il 30 aprile 21 agli uffici dell’Agenzia delle entrate e dell’Istituto nazionale per la previdenza sociale territorialmente competenti, della comunicazione attestante l’inagibilità dell’originaria unità immobiliare nella titolarità del cliente ovvero dell’utente finale;
  • autocertificazione – solo per i soggetti beneficiari titolari di utenze/forniture ad uso domestico – che l’unità immobiliare di cui alla precedente lettera a) era la casa di residenza alla data degli eventi sismici;
  • elementi identificativi del contratto, ivi inclusa la tipologia del contratto medesimo, rispettivamente, di fornitura di energia elettrica, di gas naturale e del servizio idrico integrato relativo all’unità immobiliare di cui alla precedente lettera a).

Si ricorda che per tutta la durata delle agevolazioni, per altro cumulabili con il bonus elettrico e il bonus gas, si applica la tariffa domestica residente sia all’abitazione di residenza inagibile sia all’eventuale utenza/fornitura in cui venga stabilito il solo domicilio successivamente all’evento sismico, senza che sia stata trasferita la residenza anagrafica. Solo relativamente alle forniture localizzate in zone rosse, il fornitore è tenuto a fissare pari a 0 (zero) qualsiasi altra componente espressa in centesimi di euro/punto di prelievo/anno.

La documentazione, completa di copia del documento di riconoscimento e di ogni eventuale allegato utile o necessario, potrà essere restituita:

via e-mail, servizio.clienti@vivienergia.it

a mezzo posta, Vivigas Spa – Servizio Clienti, Via Vittorio Emanuele II, 4/28, 25030, Roncadelle (BS)

VIVI energia informa i propri clienti interessati dagli eventi sismici in oggetto che la società provvederà ad emettere eventuale fattura di nuovo conguaglio contenente le agevolazioni tariffarie non appena i relativi dati saranno disponibili, verosimilmente entro la prima bolletta utile successiva al 31.12.21, e che fino a tale data resteranno comunque sospese tutte le eventuali azioni di recupero del credito sulle fatture in questione, nel rispetto delle eventuali modalità di rateizzazione previste da normativa o da quelle diverse eventualmente richieste dal cliente, fatte salve eventuali richieste di pagamento inoltrate agli istituti di credito qualora sia stata mantenuta e/o non bloccata dal cliente la modalità di pagamento automatica mediante domiciliazione bancaria.

Per ogni ulteriore chiarimento è possibile chiamare il call center di Vivigas energia ai numeri verdi attivi, dalle ore 8 alle ore 22, da lunedì a sabato, festività escluse.

800 15 13 13 – Numero verde Clienti Privati

800 30 22 33 – Numero verde Clienti P. IVA

800 68 83 83 –  Numero verde Clienti Grandi Aziende