EFFICIENZA ENERGETICA

Che cosa significa efficienza energetica?

Si parla di efficienza energetica per indicare la capacità di un sistema di ottimizzare l’utilizzo di energia, ossia di raggiungere il medesimo risultato con un minore consumo energetico. L'obiettivo perseguito è consumare meglio e in maniera più razionale e riservare una particolare attenzione alla qualità delle fonti utilizzate per ridurre l'impatto ambientale dei combustibili fossili e delle emissioni di CO2 in atmosfera. Le azioni di efficientamento energetico mirano a generare, a fronte di un minor utilizzo di energia, la stessa quantità di calore, raffrescamento o illuminazione. Ecco una breve guida per conoscere i comportamenti che favoriscono un migliore impiego dell'energia, finalizzato all'incremento del comfort termico e del benessere abitativo.

Alla scoperta della normativa europea in materia

La Direttiva numero 27 del 2012 definisce l'efficienza dal punto di vista energetico come il rapporto tra un risultato in termini di rendimento, servizi, merci o energia e l'immissione di energia in un sistema per produrre tale risultato. Da recepire entro il 20 marzo 2020, la Direttiva numero 844 del 2018 fissa un duplice obiettivo: ridurre le emissioni di gas serra almeno del 40% entro il 2030 e promuovere lo sviluppo di un sistema energetico sostenibile, competitivo, sicuro e decarbonizzato entro il 2050. A tal fine, la normativa europea richiede agli Stati membri di predisporre misure per migliorare la prestazione energetica degli edifici e di realizzare infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici.

Elettrodomestici: i consigli per un uso smart

Usare gli elettrodomestici in modo consapevole e razionale permette di risparmiare sulla bolletta. Il primo comportamento virtuoso consiste nell'acquistare elettrodomestici efficienti e con minori consumi, appartenenti alle classi energetiche più elevate. Altrettanto importante è prestare attenzione nella scelta del programma di lavaggio, evitando, laddove possibile, il prelavaggio e i programmi a temperature elevate. Lavatrice e lavastoviglie dovrebbero essere avviate solo a pieno carico. Contribuiscono ad alleggerire la bolletta anche la diminuzione del periodo di accensione degli impianti termici e di illuminazione e la corretta regolazione della temperatura degli apparati di riscaldamento invernale e di condizionamento estivo.

La riqualificazione energetica: tutto quello che c'è da sapere

La riqualificazione energetica comprende tutti gli interventi (sulla componente edilizia come nel caso del cappotto termico e sulla componente impiantistica) finalizzati a migliorare l'efficienza, dal punto di vista energetico, degli immobili esistenti. Per tali interventi è prevista una detrazione (pari al 65% o al 50% dei costi sostenuti) dall'Irpef o dall'Ires, da ripartire in dieci rate annuali di pari importo. Le spese che beneficiano di questa agevolazione sono quelle sostenute per le opere di coibentazione eseguite sull'involucro edilizio, per l'acquisto e la posa in opera di finestre comprensive di infissi e di schermature solari e per l'installazione di pannelli solari o di altri impianti che sfruttano le energie rinnovabili. Le detrazioni Irpef e Ires riguardano anche l'installazione di caldaie ad alto rendimento, di pompe di calore, di sistemi di termoregolazione, di valvole termostatiche, di contabilizzatori energetici e di sistemi di telecontrollo.

Che cos'è la certificazione energetica?

Obbligatorio in caso di compravendita o di locazione di immobili e rilasciato da un soggetto accreditato chiamato certificatore energetico, l'APE (acronimo di attestato di prestazione energetica) è un documento che sintetizza le prestazioni energetiche dell'edificio mediante una scala di lettere, da A4 a G. La classe energetica meno efficiente è indicata con la lettera G, mentre un immobile in classe A4 è un edificio in cui ogni consumo di energia elettrica o gas è completamente utilizzato per il riscaldamento o il corretto funzionamento della casa (in tal caso sono di recente introduzione delle norme che definiscono i cosiddetti N-ZEB -Near-Zero Energy Buildings che godono di importanti benefici). Ai fini del rilascio del certificato energetico, il tecnico accreditato deve valutare una serie di parametri: la qualità degli infissi, l'efficienza legata agli impianti di riscaldamento e produzione di acqua calda, la salubrità degli ambienti interni e la presenza di eventuali impianti autonomi di produzione di energia.

Le offerte luce e gas di VIVI energia che alleggeriscono la bolletta

Con oltre 330.000 clienti e con una capillare rete di punti vendita, VIVI energia risponde alle esigenze di consumo dei clienti domestici, dei condomini e delle imprese con tariffe convenienti e trasparenti alleate del risparmio energetico. In particolare, se cerchi un'offerta che conviene sia a te che all'ambiente (l'energia elettrica è 100% green), passa a VIVIweb luce e gas. Puoi scegliere l'opzione monoraria se vuoi utilizzare i tuoi elettrodomestici senza preoccuparti degli orari, oppure, la tariffa bioraria che ti permette di massimizzare il risparmio in caso di utilizzo di energia prettamente serale e durante il weekend. Grazie all’opzione “prezzo bloccato” puoi inoltre acquistare l’energia al miglior prezzo del momento e mantenere la stessa tariffa per i primi 12 mesi del tuo contratto. In più, con VIVI energia App gestisci comodamente la tua fornitura e monitori i tuoi consumi.

Il contenuto è a scopo informativo per cui Vivigas S.p.A. non si assume la responsabilità in caso di errori/omissioni e invita sempre il cliente a visitare il sito di Arera per qualsiasi verifica o approfondimento.