CAMBIO FORNITORE LUCE

Perché conviene passare al mercato libero?

A partire dal 1° gennaio 2023, salvo eventuali proroghe, il mercato dell’energia in Italia subirà una totale trasformazione perché da quel momento in poi cesserà il Servizio di Maggior Tutela. Ma non è necessario aspettare quella data per godere di tutti i vantaggi offerti dal mercato libero dell’energia elettrica. Nel mercato libero i fornitori luce possono proporre le tariffe luce più convenienti e una serie di sconti extra e benefici aggiuntivi che permettono di concretizzare un risparmio maggiore in bolletta. Il passaggio al mercato libero inoltre richiede pochissimo tempo, non comporta l'interruzione del servizio ed è sempre gratuito. E non bisogna dimenticare la possibilità di aderire a offerte con energia verde, quindi proveniente da fonti rinnovabili, e di godere del prezzo fisso e bloccato della tariffa per un periodo non inferiore ai 12 mesi. Questi servizi, ricordiamo, sono inesistenti nel mercato tutelato.

Come cambiare il fornitore luce

Il cambio del fornitore energia elettrica, chiamato anche switch, è una procedura molto semplice. Tutto quello che il cliente deve fare, dopo aver individuato la migliore offerta luce, è chiamare il nuovo gestore e parlare con un consulente specializzato. Per velocizzare il passaggio e accorciare i tempi tecnici richiesti dalla procedura è consigliabile avere già pronti i documenti richiesti ovvero:

● dati anagrafici dell'intestatario del contratto

● codice fiscale

● coordinate bancarie e codice IBAN nel caso di pagamento con domiciliazione

● recapito telefonico e indirizzo mail

codice POD

Il codice POD, richiesto da tutti i fornitori di energia elettrica, è una sequenza alfanumerica che identifica in maniera univoca la fornitura. Trovarlo è molto semplice perché è indicato nella bolletta della luce oppure può essere visualizzato facilmente sul contatore dell'energia elettrica.

Cambio fornitore luce: quali sono le tempistiche?

Una volta inviata la documentazione richiesta, il cliente non dovrà far altro che attendere i tempi tecnici richiesti dalla legge per rendere effettivo lo switching. Durante questo periodo riceverà la bolletta di chiusura dal precedente fornitore contenente la lettura di switch. Per quanto riguarda le tempistiche previste ricordiamo che in linea di massima sono le stesse per tutti i fornitori poiché sono stabilite in base alla normativa vigente in materia. Il passaggio nelle utenze domestiche richiede all’incirca 30 giorni a partire dal primo giorno del mese successivo alla comunicazione del passaggio. Nelle forniture non domestiche i tempi per il cambio gestore si allungano leggermente.

Quanto costa cambiare fornitore luce?

Non sono previsti costi per il cambio del fornitore luce nel mercato libero; il passaggio quindi è totalmente gratuito. Il nuovo fornitore potrebbe richiedere il pagamento del deposito cauzionale, ma solamente nel caso in cui venga previsto dal contratto stipulato. Per quanto riguarda, invece, il contratto del mercato tutelato, il gestore può richiedere un bollo pari a 16 euro. L'entità di un eventuale deposito cauzionale è stabilita dalla legge e non può superare gli 11,5 euro per ogni kilowatt di potenza impegnata. In parole povere, se consideriamo che la potenza del contatore di un'utenza domestica residente è di solito 3 kW, il deposito non potrà superare la cifra di 34,5 euro. Per quanto riguarda invece le altre utenze come quelle in bassa tensione con potenza non superiore a 16,5 kW, il tetto massimo è di 15,5 euro per ogni kW impegnato.
Il deposito cauzionale, da considerare come deposito fruttifero, può essere rateizzato in bolletta e deve essere restituito entro trenta giorni dalla cessazione del contratto. I fornitori di energia elettrica possono decidere di non richiederlo qualora il cliente scelga di pagare tramite carta di credito o domiciliazione bancaria.

VIVIweb Luce di VIVI energia: risparmiare con la tariffa più conveniente del web

Grazie a VIVIweb Luce di VIVI energia cambiare fornitore luce non è mai stato così semplice e conveniente. L’offerta è dedicata a te che vuoi risparmiare scegliendo la comodità della tariffa monoraria o bioraria e del prezzo bloccato per 12 mesi alle migliori condizioni sul mercato. Con VIVIweb Luce ricevi la fatturazione mensile e puoi gestire autonomamente la tua fornitura in ogni momento grazie alla comoda App VIVI energia disponibile per iOS e Android. I tuoi vantaggi però non finiscono qui perché potrai sottoscrivere anche una polizza assicurativa luce e gas pensata per mettere al sicuro la tua casa e la tua famiglia da possibili danni e guasti agli impianti elettrici. Questa offerta inoltre mette in primo piano non solo le tue esigenze ma anche quelle dell'ambiente nel quale viviamo perché la componente luce utilizza energia green. E per premiare la tua fedeltà, VIVI energia ti offre il programma T.V.T.B. grazie al quale potrai godere di sconti fino al 50% sulle migliori marche e cashback da accumulare nel tuo salvadanaio virtuale!

Il contenuto è a scopo informativo per cui Vivigas S.p.A. non si assume la responsabilità in caso di errori/omissioni e invita sempre il cliente a visitare il sito di Arera per qualsiasi verifica o approfondimento.